Tra guerra e distopia: The Man in the High Castle è la serie TV cult di Amazon

TheManintheHighCastle
Tra guerra e distopia: The Man in the High Castle è la serie TV cult di Amazon

Appassionati di fantascienza a rapporto! The Man in the High Castle, la serie TV di Frank Spotnitz e Ridley Scott, osannata dalla stampa e da tutti gli amanti del genere sci-fi è ora disponibile su Amazon Prime Video.

Tratto da La svastica sul sole di Philip K. Dick (autore di Blade Runner), The Man in the High Castle si fonda su un accattivante quesito: “E se le Potenze dell’Asse avessero vinto la seconda guerra mondiale?”. Ambientata in un universo distopico, la serie si svolge in un mondo completamente diverso da quello che conosciamo oggi: la supremazia mondiale è stata raggiunta dal Grande Reich Nazista, padrone degli Stati uniti nella zona atlantica, insieme all’Impero giapponese, che controlla a sua volta gli stati del Pacifico.

La storia prende il via nel 1962 nelle città di San Francisco e New York trasformate dalle potenze occupanti in sedi estere del potere centrale. A San Francisco, la protagonista della serie TV Juliana Crain (interpretata da Alexa Davalos), entra in possesso di una bobina di pellicola dal contenuto tanto pericoloso quanto scioccante, si tratta dei cinegiornali dell’Uomo nell’alto castello, che mostrano visioni alternative del mondo, nelle quali gli alleati hanno vinto la guerra. Questi film si trasformano nell’ossessione del Führer, Adolf Hitler, e dei personaggi che animano lo show che vedranno in questi film una speranza in un mondo alternativo migliore oppure un pericolo all’esistenza stessa del Reich.

The Man in the High Castle è un vero e proprio gioiellino, sia per i fan di Philip K. Dick, sia per i telefilm maniacs che adoreranno i drama noir basati su futuri apocalittici e universi paralleli.