Hand of God, la seconda e ultima stagione dello show più controverso del momento

HandofGod_S1_35_101_0170.CR2
post img

Dal 10 marzo Amazon trasmette la seconda stagione conclusiva della serie Hand of God, serie tv destinata a far nascere discussioni e polemiche fra gli spettatori, credenti o meno.

Hand of God racconta la tragica storia di Pernell Harris interpretato da Ron Perlman, giudice che si trasforma in una specie di vendicatore “extra legem” poiché convinto di interpretare e rappresentare la volontà di DioPernell Harris è un giudice corrotto che trova la fede in seguito al tentato suicidio del figlio, caduto in depressione dopo lo stupro della moglie.

A seguito di alcune allucinazioni, Pernell è convinto che un agente di polizia sia il colpevole della violenza sulla nuora. Nonostante le prove d’innocenza a favore del poliziotto, Pernell è certo di essere stato scelto da Dio per garantire giustizia e legge, e comincia così la sua battaglia contro il crimine.

La “Mano di Dio” porta sugli schermi una visione della religione fondata sull’estremismo, il fanatismo e la vendetta rappresentata con toni molto duri e non edulcorati. Ideata e prodotta da Ben Watkins, la serie è diretta da Marc Foster e affronta una grande sfida, specie per il pubblico americano: far coesistere discorsi  su Dio e la religione con idee di violenza e sopraffazione.