La Mummia

La Mummia
post img

Tremate, tremate: la Mummia è tornata. In una versione completamente nuova e con protagonista una star d’eccezione: Tom Cruise. Che, con questo travolgente reboot, rilancia un mito senza tempo.

Siamo di nuovo sospesi tra horror e archeologia. Un’antica regina egizia privata del suo immenso e terribile potere (interpretata da Sofia Boutella, ex ballerina ora lanciatissima a Hollywood come attrice) è stata sepolta nelle profondità del deserto dopo aver cercato di uccidere il fratello, a cui spettava di diritto il trono. Passate centinaia di anni, si risveglia all’improvviso, portando con sé tutta la rabbia cresciuta nel corso dei millenni trascorsi sottoterra. A provocare questo ritorno è Nick Morton (Tom Cruise), un soldato americano di stanza in Iraq che abbandona il suo esercito per mettersi sulle tracce di un antico tesoro mesopotamico. Quello che invece troverà è proprio il sarcofago della regina Ahmanet, questo il suo nome, scatenando un caso che coinvolge tutto il mondo dell’archeologia internazionale, a cominciare dalla dottoressa Jenny Halsey (Annabelle Wallis) e la sua misteriosa organizzazione chiamata Prodigium.

Azione, brividi orrorifici e una buona dose di sentimenti: sono questi gli ingredienti del film. Il ritorno della Mummia è un moderno Indiana Jones dal ritmo indiavolato, grazie alla regia di Alex Kurtzman e a un cast che schiera anche un altro volto amatissimo dal pubblico. E cioè Russell Crowe, nei panni del doppiogiochista Henry Jekyll. Con quel cognome, è ovvio che ha più di un segreto da nascondere…