Benvenuta, Olimpiade d’Europa!

European Championships 2018
post img

I riflettori di Eurosport si accendono sugli European Championships 2018, l’inedita gara multidisciplinare in programma dal 2 al 12 agosto.

Sono ben 12 le discipline in campo, dall’atletica leggera al nuoto, dal ciclismo ai tuffi, passando per golf, canottaggio e tanti altri sport. Il dettaglio più curioso di questa nuova ed entusiasmante Olimpiade del Vecchio Continente è principalmente uno: per la prima volta le gare si svolgeranno negli stessi giorni in due città diverse di Paesi diversi: Glasgow, nella nordica Scozia, e Berlino, “capitale d’Europa” sempre più dinamica. Gli occhi degli appassionati di sport sono puntati su questo primo appuntamento, che sarà rinnovato ogni quattro anni, proprio come le tradizionali Olimpiadi.

La capitale tedesca sarà la sede delle competizioni di atletica leggera, disciplina a sua volta suddivisa in 47 specialità: 24 maschili e 23 femminili. A Glasgow, invece, andranno in scena tutte le altre gare, e soprattutto quelle, attesissime, di nuoto, su cui si giocherà un derby praticamente in casa: quest’anno gli Europei di nuoto vedranno infatti come cornice la storica Royal Commonwealth Pool della vicina Edimburgo. Nel nuoto l’Italia schiererà i suoi campioni più forti, ciascuno nella propria specialità: da Federica Pellegrini a Gregorio Paltrinieri, da Gabriele Detti a Fabio Scozzoli.

Ma anche negli altri tornei non mancheranno grandi nomi di casa nostra: i saltatori in alto Alessia Trost e Gianmarco Tamberi, campione europeo in carica, e l’esperto di velocità Filippo Tortu, che potrebbe regalarci grandissime emozioni. Il team italiano è giovane ma molto promettente, visti i talenti coinvolti.
Gli stessi che vedremo sulle due ruote nelle corse di ciclismo su pista: il campione di inseguimento Filippo Ganna tenterà una doppietta storica. Corrono per l’oro anche i quartetti maschile e femminile su strada, mentre nella cronometro il nome da tenere d’occhio è quello del campione olimpico e vice-campione europeo Elia Viviani, che dovrà destreggiarsi tra le stradine di Glasgow, sperando che la pioggia scozzese non si faccia viva.