New York, droga, hip hop: questo è Power

Power S. 5
post img

Power, ovvero: potere. Come si ottiene? E come si fa a mantenerlo? Attorno a questo interrogativo si muove la serie tv ora disponibile su NOW TV, creata per il network statunitense Starz da Courtney Kemp Agboh e prodotta da Curtis Jackson, più noto in tutto il mondo con il nome di 50 Cent.

Al centro della storia c’è James St. Patrick (interpretato da Omar Hardwick), soprannominato Ghost, proprietario di un locale notturno a New York, ma, accanto a questo impiego per così dire legale, boss indiscusso del traffico di droga nella Grande Mela. La sua routine, sospesa tra una vita alla luce del sole e le ombre criminali sullo sfondo, va totalmente in crisi quando capisce che non riesce più a gestire quell’equilibrio e prova a capire come interrompere la sua attività nel narcotraffico per dedicarsi solo a un lavoro tranquillo e all’amore. Naturalmente non sarà così facile come sembra…

Arrivata alla quinta stagione, la serie divisa tra criminalità e hip hop gioca nuove carte, ma mantiene l’impianto che l’ha resa un vero culto per moltissimi fan in tutto il mondo. Per due personaggi che escono di scena, ovvero lo Julio Antonio Romano con il volto di J.R. Ramirez e il Miguel “Mike” Sandoval interpretato da David Fumero, altri due volti cult già presenti nella serie vedono i loro ruoli ampliati: sono l’avvocato Terry Silver (Brandon Victor Dixon) e l’amministratore cittadino Rashad Tate (Larenz Tate). Oltre ai protagonisti che rendono questo titolo apparentemente di nicchia un appuntamento ricorrente da cinque anni per intere platee di spettatori. Dove c’è il potere, succederà sempre qualcosa che tutti vogliamo guardare…