Super Season Endurance: il Giappone gioca d’anticipo

6 Ore Mondiale Endurance
post img

Il monte Fuji, tra gli emblemi indiscussi dell’impero del Sol Levante, fa da pittoresco sfondo a una delle gare su quattro ruote più attese di questo autunno: la 6 Ore del Mondiale Endurance.
Eurosport, come di consueto, trasmetterà tutta la corsa in diretta a partire dal 14 ottobre, senza perdere neanche un secondo dei giri più travolgenti della stagione.

La gara asiatica è tra le più attese di ottobre almeno per un motivo: la giornata è stata anticipata di una settimana (la data prevista inizialmente era il 21 ottobre) per permettere al super pilota Fernando Alonso di correre “in casa” con la sua potentissima Toyota, sul tracciato che tra l’altro è di proprietà dello stesso marchio giapponese. Il calendario è stato modificato già parecchi mesi fa per non sovrapporre la gara del Fuji con l’appuntamento di Road Atlanta per la serie Petit Le Mans.

Ma la stagione 2018/2019 è la cosiddetta Super Season del Mondiale Endurance, dunque non si poteva rischiare di perdere una data così importante. La concomitanza con la Petit Le Mans comporterà una serie di variazioni negli equipaggi schierati in pista. Il team DragonSpeed, ad esempio, correrà solo con Ben Hanley e James Allen, e senza il consueto pilota Renger van der Zande, impegnato nella gara “cugina”. Tra le LM P2 gareggia invece in casa la giapponese Keiko Ihara, che ha già lasciato il segno nel team Ligier quattro anni fa a Le Mans. Con lei sono ingaggiati Erwin Creed e Romano Ricci.
Un altro nipponico è da tenere d’occhio sulla pista del monte Fuji: si tratta di Satoshi Hoshino, che fa il suo debutto nel Mondiale Endurance al volante della Porsche 911 RSR #88 del team Dempsey-Proton, al fianco degli italiani Giorgio Roda e Matteo Cairoli.

Il super-favorito Alonso riuscirà a strappare la pole position ai campioni locali?