Shark: la paura corre sull’oceano

Shark - Il primo squalo
post img

Prima di tutti gli squali più celebri del grande schermo c’era lui: The Meg. Questo è il nome, diminutivo del più scientifico Megalodon, della creatura acquatica più spaventosa dell’anno. Siete pronti a farvi spaventare da Shark – Il primo squalo, da oggi disponibile su Infinity Premiere?

Tutto ha inizio quando un sommergibile oceanico specializzato in osservazione dei fondali marini viene attaccato da una creatura quasi mitologica lunga 23 metri, che si credeva estinta da tempo e che invece continua ad abitare gli abissi più profondi del Pacifico.

Il suo equipaggio resta intrappolato e bisogna fare qualunque cosa per liberarlo. È qui che entra in gioco l’esperto di salvataggi subacquei Jonas Taylor (il “duro e puro” Jason Statham): incaricato da un visionario oceanografo cinese (Winston Chao) contro il volere di sua figlia Suyin (Li Bingbing), cercherà in ogni modo di salvare gli uomini intrappolati e minacciati dal terribile squalo.

Quello che nessuno sa è che Jonas si era già trovato molto tempo prima a fronteggiare “The Meg”. La sua sfida attuale ha tutto il sapore della vendetta, considerati i conti lasciati in sospeso in passato…

Shark – Il primo squalo non solo è perfettamente inserito nella lunga filmografia di mostri dagli oceani inaugurata dal maestro Steven Spielberg con Lo squalo nel 1975. Riesce a dare un punto di vista del tutto nuovo a uno degli incubi più temuti e in fondo più amati dal pubblico di tutto il mondo, tanto che questo nuovo film ha incassato oltre 500 milioni di dollari al box-office internazionale. Si sente la mano esperta del regista specializzato in grandi numeri al botteghino Jon Turteltaub, già artefice di grandi successi come Instinct – Istinto primordiale e Il mistero dei templari. Shark – Il primo squalo è il suo film più spaventoso e travolgente: non fartelo scappare!