Quando il thriller è donna

L'amore criminale
post img

Una guerra tutta al femminile infiamma uno dei thriller più sorprendenti dell’ultimo anno: L’amore criminale. Diretto da Denise Di Novi, al suo esordio come regista dopo una gloriosa carriera come produttrice di Tim Burton, è pronto a conquistarvi su Infinity per 30 giorni a partire dal 26 gennaio.

Al centro della trama c’è Tessa Connover (Katherine Heigl, diventata celebre per il ruolo della dottoressa Izzie Stevens di Grey’s Anatomy), una donna che non riesce ad accettare la fine del suo matrimonio. Ora l’ex marito David (Geoff Stults) si è fidanzato con la bella Julia (Rosario Dawson), che è convinta di aver trovato l’uomo della sua vita ed è diventata la matrigna dei figli della vecchia coppia, sostituendosi completamente alla moglie precedente. La gelosia di Tessa però non si ferma davanti a niente e a nessuno. Per questo motivo cercherà in tutti i modi di distruggere il sogno di Julia, in una escalation di suspense e violenza senza esclusione di colpi.

«L’amore criminale è un thriller che indaga un tipo di cattiveria tipicamente femminile, al cui servizio si prestano con grande verve sia la regista sia la protagonista»: così il Los Angeles Times ha recensito il film. Che passa in rassegna tutti i cliché dell’horror domestico classico per creare una tensione palpabile e irresistibile. Merito delle interpreti principali, da Katherine Heigl, che abbandona i toni da commedia romantica che l’hanno resa popolare sul grande schermo (vedi titoli come Molto incinta o 27 volte in bianco), alla sempre affascinante Rosario Dawson, perfettamente a proprio agio nelle atmosfere dark e sensuali messe in scena dalla storia.

Un duello tra attrici da gustare fino alla fine. E che, naturalmente, riserverà più di una succosissima sorpresa…