Alle origini di Star Wars

Solo: A Star Wars Story
post img

Che cosa c’era prima del mito? E prima di una delle più grandi icone del cinema sci-fi (e non solo) di tutti i tempi: Han Solo? Interpretato da Harrison Ford nel primo indimenticabile Guerre stellari, il bad boy più affascinante della galassia torna ora in versione giovane – e con il volto inedito di Alden Ehrenreich – in Solo: A Star Wars Story, da non perdere dall’11 febbraio su NOW TV.

La leggenda ha inizio…

Siamo ancora immersi in quella famosa galassia lontana lontana, ma molto tempo prima che facessero la loro comparsa compagni di avventura di culto come Luke Skywalker o Obi-Wan Kenobi. Il giovane contrabbandiere spaziale però già bazzicava i locali malfamati dei pianeti più remoti. La fedele spalla di cui fa la conoscenza proprio in questo prequel è il wookiee Chewbecca, incontrato sulla sua strada insieme a molti altri personaggi già noti o da scoprire ora: dal travolgente criminale Beckett (Woody Harrelson) al furbissimo giocatore d’azzardo Lando Calrissian (che in questa versione “precedente” ha il volto di Donald Glover, consacrato dalla premiatissima serie Atlanta). Fino all’immancabile ragazza che, prima dell’incontro con la principessa Leia Organa, gli farà battere il cuore: vale a dire la coraggiosa Qi’ra (Emilia Clarke, già Daenerys Targaryen ne Il trono di spade).

Ai tanti dettagli che faranno la gioia dei milioni di appassionati che la saga può vantare si aggiunge il grande mestiere del regista chiamato a mettere in scena questa mirabolante avventura. E cioè Ron Howard, premio Oscar per A Beautiful Mind e autore di titoli memorabili, da Apollo 13 al più recente Rush, che torna alla guida di una grande serie blockbuster dopo il successo planetario della trilogia tratta da Il codice Da Vinci. Non mancano l’azione e gli effetti speciali che hanno reso unica la saga ideata da George Lucas, ma i giovani volti del cast danno uno spirito assolutamente contemporaneo a Solo: A Star Wars Story, uno spin-off che sa unire sviluppi inattesi a un’ironia irresistibile. Dai fan storici ai “nuovi arrivati”, tutti saranno conquistati dall’avventuriero galattico più amato di sempre. Che sa ancora lasciare il segno.