Sully, l’ultimo antieroe di Clint Eastwood

Sully
post img

Gli eroi di Clint Eastwood sono una categoria a sé nel panorama del cinema internazionale. Dal granitico allenatore di boxe di Million Dollar Baby al razzista redento di Gran Torino (da lui stesso interpretati), fino al cecchino a cui dava il volto Bradley Cooper in American Sniper. Alla collezione di questi uomini tutti d’un pezzo si aggiunge ora il pilota Chesley Sullenberger detto Sully, come il titolo del film che racconta la sua incredibile storia, dal 22 marzo disponibile su Infinity.

Il caso, realmente accaduto, ha invaso le cronache statunitensi esattamente dieci anni fa. Sully, impersonato da un come sempre magistrale Tom Hanks, è il protagonista di quello che è stato definito dalla stampa il “Miracolo sull’Hudson”. Alla guida di un aereo appena decollato dall’aeroporto newyorkese di LaGuardia, il pilota si trova a fronteggiare subito uno stormo di uccelli che fa perdere entrambi i motori al velivolo. Riuscirà ed effettuare un atterraggio di emergenza, facendo planare l’aereo nel fiume Hudson e mettendo in salvo tutti i 155 passeggeri a bordo. Ma questo atto ingegnoso e audace si scontra con il protocollo dell’aeronautica. Sully finisce perciò sotto processo, mentre negli Stati Uniti viene unanimemente applaudito come un eroe.

Il paradosso di questa parabola diventa, nelle mani di Clint Eastwood, l’occasione per un legal thriller giocato sui sentimenti e sui falsi eroismi di una nazione. Merito di una regia che si concentra su poche location precise (la cabina di pilotaggio prima e l’aula di tribunale poi), riuscendo però a mantenere la tensione altissima per tutta la durata del film, e della performance di Tom Hanks, che riesce a infondere una impressionante umanità al ritratto di un uomo che ha sempre voluto essere un antieroe. Completano il cast tanti volti cari al cinema e alle serie tv statunitensi: da Aaron Eckhart (Attacco al potere e The Romanoffs) a Laura Linney (Mystic River e Ozark), ad Anna Gunn, divenuta celebre nel ruolo della moglie di Walter White/Bryan Cranston in Breaking Bad.