Gomorra 4 tra certezze e novità

Gomorra 4
post img

La serie italiana più amata, acclamata e venduta all’estero è pronta a tornare su NOW TV con la quarta, già attesissima, stagione. È Gomorra – La serie, il racconto che, prendendo spunto dal best seller di Roberto Saviano (e dal successivo film di Matteo Garrone), è diventato con il passare del tempo una mitologia a sé, fatta di personaggi ed episodi che hanno lasciato un segno indelebile.

Dal 29 marzo scopriremo la strada che prenderanno i destini dei protagonisti. Uscito di scena Ciro l’Immortale, il piccolo grande boss a cui prestava il volto Marco D’Amore, il suo amico/nemico Genny Savastano (Salvatore Esposito) si trova sempre più solo e spaesato. Per salvare la sua vita e quella della sua famiglia, deciderà di trasferirsi a Londra, terra di nuovi traffici e possibilità criminali. Ma il viaggio nel Regno Unito comprometterà in modo forse irrimediabile il rapporto con la moglie Azzurra (Ivana Lotito). Nel frattempo, Genny deve anche tenere gli occhi bene aperti sulla “piazza” di Napoli: a cominciare dalla possibilità di un accordo con Patrizia (Cristiana Dell’Anna) per il controllo del centro della città, sempre più nelle mani della nuova leva di camorristi capeggiata da Enzo detto “Sangue Blu” (Arturo Muselli) e Valerio (Loris de Luna).

Le pedine sono tutte in campo: volti vecchi e nuovi, scenari che cambiano di continuo (oltre a Londra, parte dell’azione si sposterà anche a Bologna e Reggio Emilia) e una serie incessante di novità. Alla regia siedono ancora i consueti Francesca Comencini (i primi quattro episodi) e Claudio Cupellini (gli ultimi due), oltre alle new entry Enrico Rosati (settimo e ottavo episodio) e Ciro Visco (nono e decimo). Ma la vera novità è il debutto dietro la macchina da presa di Marco D’Amore, chiamato a dirigere la quinta e la sesta puntata. Ciro l’Immortale, in fondo, non se n’è mai andato.